Patenti AM – (Ciclomotori)

image_pdfimage_print
 PATENTI AM - TARIFFE IN VIGORE
 
Il CIGC (Certificato Idoneità Guida Ciclomotore) viene ora sostituito dalla patente AM. Età: 14 anni purché non si trasportino passeggeri, 16 anni per guidare negli altri stati UE, 18 anni per trasportare un passeggero. Abilita a guidare ciclomotori a 2 o 3 ruote e quadricicli leggeri (cilindrata fino a 50 cc o potenza massima 4 kw,  velocità massima fino a 45 km/h e massa a vuoto max 350 kg).  L’allievo ha 6 mesi di tempo e 2 prove a disposizione per superare l’esame di teoria. Una volta ottenuta l’idoneità otterrà una autorizzazione ad esercitarsi alla guida (foglio rosa) valida 6 mesi. Trascorso almeno un mese avrà a disposizione 2 prove per superare l’esame pratico di guida. La prova teorica nella prima fase “transitoria” consiste nella compilazione di una scheda contenente dieci domande per tre risposte ciascuna,  ha una durata di 30 minuti e non sono ammesse più di quattro risposte errate. Nella fase “a regime” l’esame sarà svolto in maniera informatizzata, le domande saranno 30 e l’allievo dovrà indicare se vere o false, la durata sarà di 25 minuti e non saranno ammesse più di 3 risposte errate.  La prova pratica può essere sostenuta su ciclomotori a 2 o 3 ruote o su quadricicli leggeri (macchinine) a scelta del candidato, se fatta su veicolo con cambio automatico non si potranno guidare veicoli con cambio manuale (a marce). E’ divisa in due fasi, la prima in una area appositamente attrezzata e serve a verificare la capacità di guida in particolari situazioni (otto, frenata, spazi stretti etc.), se l’esito è positivo si passa alla guida nel traffico.
Iscrizione e corso teorico: lunedì – martedì – mercoledì 
dalle 18.00 alle 20.00 (quiz in aula e lezione con insegnante)
€ 140,00
Assistenza all’esame di teoria (da pagare alla prenotazione dell’esame teorico) € 60,00
Assistenza all’esame di guida (da pagare alla prenotazione dell’esame pratico) € 70,00
– Guide da 30 minuti su ciclomotore fornito dalla scuola (facoltative, non ci sono guide obbligatorie) € 30,00
– Affitto pista e ciclomotore con cambio automatico per esame pratico
– L’allievo che desidera effettuare l’esame su ciclomotore a 3 ruote o su quadriciclo leggero dovrà  avere la disponibilità del mezzo, che dovrà essere  omologato per il trasporto di un passeggero oltre il conducente e munito di retromarcia.
€ 60,00
 Iniziativa porta un amico in autoscuola e avrete entrambi una guida GRATIS !!
ANCHE A RATE!!!!!! E’ possibile finanziarie l’intera spesa. Chiedi un prospetto in agenzia. (Salvo approvazione della finanziaria) 
Le visite mediche si effettuano in sede il MARTEDI alle ore 18,30 ed il VENERDI’ alle ore 17,30. Il costo del certificato è di € 30,00. L’allievo dovrà  fornire una marca da bollo da € 16,00 da apporre sulla visita medica, un certificato anamnestico fatto dal medico di famiglia, quattro foto tessera , un   documento di  riconoscimento  valido ed  il codice  fiscale. Per i cittadini extracomunitari é richiesta inoltre l’esibizione del permesso di soggiorno o carta di soggiorno in corso di validità. Tale documento dovrà essere esibito in originale anche in occasione dell’esame di teoria e di guida.
Ai prezzi va aggiunta l’IVA e l’arrotondamento all’euro superiore.


VALIDITA’ TARIFFA: 10 GIORNI DALLA DATA DI STAMPA –

Articoli recenti

ANCHE LE AUTOSCUOLE SONO SOGGETTE AD IVA !

image_pdfimage_print

Caos patenti, l’Europa impone l’Iva

Fino a inizio settembre per l’Italia e il fisco nostrano erano scuole, e quindi esenti da Iva. Dal 2 settembre invece, data della risoluzione 79 dell’Agenzia delle Entrate, non è più così e quindi anche le scuole guida dovranno incassare e versare l’Iva, al 22%. Motivo, la sentenza della Corte di Giustizia Europea, in risposta al ricorso presentato da un’autoscuole tedesca. Una vera e propria stangata, che ha già costretto le agenzie italiane a rivedere i prezzi per far fronte alla tassa, con costi in aumento quindi per tutti coloro che si iscrivono per fare una patente.

Iva retroattiva fino al 2014

La stangata non riguarderà solo i neoiscritti e chi dovrà fare il rinnovo della patente. L’Agenzia delle Entrate ha infatti stabilito che le scuole guida dovranno versare l’Iva arretrata fino al 2014, relativa a tutte le patenti e i corsi effettuati. E qui si aprono due strade: o andare a bussare ai cittadini per recuperare le somme o obbligare le scuole guida a versare di tasca propria l’Iva non riscossa (e nemmeno richiesta dall’Agenzia delle Entrate) negli ultimi 5 anni. Somme vertiginose: l’Unasca, una delle associazioni di categoria del settore, ha stimato i costi in almeno 110mila euro a scuola guida, che porterebbero al collasso l’intero settore.

  1. SELEZIONI CHIUSE – CERCHIAMO PERSONALE !! Lascia una risposta
  2. Patenti low cost: occhio alla fregatura Lascia una risposta
  3. Sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi Lascia una risposta
  4. FALSO SITO INTERNET PER LA VERIFICA DELLE COPERTURE ASSICURATIVE R.C. AUTO Lascia una risposta
  5. INDAGINE SULLE POLIZZE ABBINATE AI FINANZIAMENTI PER L’ACQUISTO DI AUTOVEICOLI Lascia una risposta
  6. E’ ora di cambiare l’Amministratore di condominio ? Lascia una risposta
  7. Riapriamo con lo sconto ! Patenti A1 e B in promo sino al 15 settembre Lascia una risposta
  8. Chiusura per ferie anno 2017 Lascia una risposta
  9. Bonus ristrutturazione anche per chi non ha redditi Lascia una risposta