POLIZZA DI RESPONSABILITA’ CIVILE PROFESSIONALE R.C.P. DEL DENTISTA – ODONTOIATRA – IGENISTA DENTALE

image_pdfimage_print

Si informa che in data 4 marzo 2018 l’Autorità di vigilanza danese Danish Financial Services Authority (DFSA), ha disposto il divieto di assunzione di nuovi contratti, inclusi i rinnovi, nei confronti di: ALPHA INSURANCE A/S impresa danese operante in Italia in regime di libera prestazione di servizi principalmente nel settore cauzioni.

Nella stessa data del 4 marzo 2018, l’assemblea degli azionisti di Alpha Insurance A/S ha deciso di porre l’impresa in liquidazione volontaria.

 

POLIZZA DI RESPONSABILITA’ CIVILE PROFESSIONALE R.C.P. DEL DENTISTA – ODONTOIATRA – IGENISTA DENTALE

Assicuratore:

Informazioni sulla situazione patrimoniale dell’impresa:

Come riportato a pag. 20 del Rapporto Annuale di Alpha Insurance A/S del 2016 il patrimonio netto ammonta ad Euro 38.552.809*, di cui Euro 10.088.238* di Capitale Sociale e Euro 19.033.143* di riserve di Capitale ed Euro 9.431.427* di utili non distribuiti.
L’indice di solvibilità di Alpha Insurance A/S è stato determinato secondo i dispositivi previsti dalla direttiva Solvency II, che è entrata in vigore a partire dal 1 gennaio 2016. L’indice di solvibilità di Alpha Insurance A/S al 31.12.2016 è stato pari a 220%. Tale indice è determinato dal rapporto tra il totale delle attività pari a Euro 62.950.608* e il Solvency Capital Requirement (SCR), cha ammonta a Euro 28.785.107*.

Massimale: 1 milione di euro       Retro-attività:  illimitata       

Quotazioni valide in assenza di sinistri e comprensive delle spese di intermediazione:

  • Senza implantologia: € 685,00
  • Con implantologia: € 925,00

Franchigia:  senza implantologia € 500,00, con implantologia 10% con minimo € 1.500,00 e massimo € 3.000,00

Modalità per aderire all’offerta:
Dopo aver preso visione dei documenti sottostanti, qualora intendi aderire all’offerta effettua il bonifico per l’importo da Te scelto da versare a:
Beneficiario: Papi Servizi S.r.l. – IBAN: IT73L0510403200CC0130523780 BPL AG. 1

Causale: POLIZZA R.C.P. “Cognome e Nome contraente”

aderisci all'offertaNota bene: la presente offerta è valida per 15 giorni a partire da oggi. La decorrenza della copertura sarà comunicata con il rilascio della polizza e non coinciderà con la data del pagamento del premio. Il presente documento non impegna gli assicuratori né al fine dell’assunzione del rischio, né al fine del conteggio finale.
Non esitare a contattarmi per qualsiasi motivo; puoi scrivermi qui o chiamarmi in ufficio al numero  06 20764412 o sul mio cellulare 339 6376306.
Massimo Papi Broker

7a-b Contratti a distanza
Modello unico Fascicolo informativo Contratti a distanza

Articoli recenti

IVA AUTOSCUOLE: estesa anche alle patenti AM, A1, A2, A

image_pdfimage_print

AGGIORNAMENTO DEL 2.1.2021
a seguito delle comunicazioni intercorse con l’Agenzia delle Entrate e del parere da loro dato, nostro malgrado, siamo costretti ad applicare l’IVA anche sulle patenti di categoria AM, A1, A2, A, a decorrere da questo anno.

AGGIORNAMENTO del 02.1.2020:

a seguito dell ART 32 COMMA 2 DECRETO LEGGE 124/2019 Adeguamento a sentenza della Corte di Giustizia UE del 14 marzo 2019, causa C-449/17, l’IVA si applichera’ “solamente” alle patenti di guida di categorie B e C1. Tutti gli altri tipi di patente sono esentati. E’ stato anche chiarito che l’IVA non sarà retroattiva !!

 

Caos patenti, l’Europa impone l’Iva

Fino a inizio settembre per l’Italia e il fisco nostrano erano scuole, e quindi esenti da Iva. Dal 2 settembre invece, data della risoluzione 79 dell’Agenzia delle Entrate, non è più così e quindi anche le scuole guida dovranno incassare e versare l’Iva, al 22%. Motivo, la sentenza della Corte di Giustizia Europea, in risposta al ricorso presentato da un’autoscuole tedesca. Una vera e propria stangata, che ha già costretto le agenzie italiane a rivedere i prezzi per far fronte alla tassa, con costi in aumento quindi per tutti coloro che si iscrivono per fare una patente.

Iva retroattiva fino al 2014

La stangata non riguarderà solo i neoiscritti e chi dovrà fare il rinnovo della patente. L’Agenzia delle Entrate ha infatti stabilito che le scuole guida dovranno versare l’Iva arretrata fino al 2014, relativa a tutte le patenti e i corsi effettuati. E qui si aprono due strade: o andare a bussare ai cittadini per recuperare le somme o obbligare le scuole guida a versare di tasca propria l’Iva non riscossa (e nemmeno richiesta dall’Agenzia delle Entrate) negli ultimi 5 anni. Somme vertiginose: l’Unasca, una delle associazioni di categoria del settore, ha stimato i costi in almeno 110mila euro a scuola guida, che porterebbero al collasso l’intero settore.

  1. Patenti low cost: occhio alla fregatura Lascia una risposta
  2. Sottoscrizione tramite internet di contratti assicurativi Lascia una risposta
  3. FALSO SITO INTERNET PER LA VERIFICA DELLE COPERTURE ASSICURATIVE R.C. AUTO Lascia una risposta
  4. E’ ora di cambiare l’Amministratore di condominio ? Lascia una risposta
  5. Riapriamo con lo sconto ! Patenti A1 e B in promo sino al 15 settembre Lascia una risposta
  6. Chiusura per ferie anno 2017 Lascia una risposta
  7. Bonus ristrutturazione anche per chi non ha redditi Lascia una risposta
  8. Visti di conformità e deleghe di pagamento –Polizze R.C.P. dei ragionieri/ commercialisti Lascia una risposta
  9. Minacce cyber in continua evoluzione, assicurati con i Loyd’s di Londra Lascia una risposta